analytics

Itinerari in mtb al Monte Saccarello
Itinerario 11
Traversata da Monesi al Colle dei Signori

Vai agli altri itinerari di questa zona


Aggiornamento: 9/2007 connessione
Punto di partenza: Monesi di Mendatica
Come arrivare:
Itinerario.
Partiamo dal piazzale posto all'ingresso di Monesi (di Mendatica) per chi provenga da S. Bernardo.
Ci dirigiamo verso le case ed attraversiamo il paese in leggera discesa. Arriviamo ad un bivio dove andiamo a sinistra, in salita.
Arriviamo al piazzale di Monesi di Triora (km 1,6) da dove inizia a salire una stretta strada asfaltata.
Quando l´asfalto termina il fondo si fa sterrato con lunghi tratti in cemento. Saliamo a tornanti nel bosco, poi tra i pascoli. Entriamo in provincia di Cuneo (km 5,2).
La salita prosegue costante ed arriviamo ad un incrocio (km 7,2) dove proseguiamo a sinistra, in salita, trascurando la strada a destra per Limone (itinerario 3).
Arriviamo così ad un secondo incrocio (km 9) dove andiamo a destra salendo rapidamente al Passo Tanarello (km 9,7).
Non prendiamo la strada che scende in Francia ma saliamo esattamente sul crinale (la palina 249 indica a destra ma è fuorviante), a destra, dietro ad un rudere.
Le tracce del bestiame lasciano posto ad una mulattiera che sale ripida e poco ciclabile. Attraversiamo il crinale e proseguiamo facilmente.
Il percorso prosegue seguendo integralmente la mulattiera, ora sul versante francese ora su quello italiano, ma prevalentemente su quest'ultimo.
Superiamo ripide salite, qualche tratto pianeggiante ed anche qualche discesa.
Saliamo nei pressi di Cima Missun, che lasciamo a sinistra, e scendiamo all'ampio avvallamento della Colla Rossa (km 14,8).
Lasciamo a sinistra il valico vero e proprio e saliamo attraversando le pendici del Monte Bertrand.
Attraversiamo la parete est dove superiamo qualche pietraia. Usciti dall'avvallamento saliamo con faticosi e non ciclabili tornanti raggiungendo il crinale di frontiera a nord del Bertrand (km 16,9).
Il sentiero prosegue in leggera discesa, sale ad alcuni ruderi e scende ripido e dissestato fino ad una palina (balise 327b). La discesa continua su buona mulattiera fino all'insellatura del Colle del Vescovo (km 18,9).
Dopo una breve salita scendiamo al Colle delle Selle Vecchie (km 20,1). Sotto di noi, a destra, corre la strada e qui è possibile interrompere l'itinerario.
La mulattiera sale verso sinistra, ripida e ciclabile solo in parte. Attraversiamo le pendici di Cima Pertega ed usciamo sul crinale (km 21,6) in vista del rifugio.
Con veloce discesa raggiungiamo la strada (km 22,2) ed il vicino Colle dei Signori (km 22,4).
Dislivello: 1450 m.
Ciclabilità: 92%.
Asfalto: 16%
Osservazioni: presenta tratti non ciclabili e faticosi, ma se lo farete in una limpida giornata autunnale non ve ne accorgerete neppure.

 mappa  foto  foto  gps

Crossing from Monesi to Colle dei Signori

Updating:
9/2007
Start point: Monesi di Mendatica
How to arrive:
Itinerary.
We depart from the square to the entry of Monesi (of Mendatica) for the one who comes from S.Bernardo.
We direct us to the houses and we cross the country in light descent. We arrive to a fork where we go to the left, in ascent.
We arrive to the square of Monesi of Triora (km 1,6) from where it begins to climb a narrow asphalted road.
When the tarmac ends the bottom it makes metalled with long tracts in concrete. We climb with hairpin bends in the wood, then among the pastures. We enter province of Cuneo (km 5,2).
The ascent continues constant and we arrives to an intersection (km 7,2) where we continue to the left, in ascent, neglecting to the right the road for Limone (itinerary 3).
We arrive so to a second intersection (km 9) where quickly go climbing to the right to the Pass Tanarello (km 9,7).
We don't take the road that goes down in France but we exactly climbs on the ridge (the ranging rod 249 point out to the right but it are misleading), to the right, behind a ruin.
The traces of the livestock leave place to a mule-track that climbs steep and few cycle. We cross the ridge and we easily continue.
The run continues integrally following the mule-track, now on the French slope now on that Italian, but primarily on this last.
We overcome steep ascents, some level tract and also some descent.
We climb near Cima Missun, that we leave to the left, and we go down to the ample saddleback of the Red Pass (km 14,8).
We leave to the left the real pass and we climb crossing the slopes of the Bertrand Mountain.
We cross the east wall where we overcome some stony ground. Gone out of the valley we climb with fatiguing and not cycle hairpin bends reaching the boundary ridge of north of the Bertrand (km 16,9).
The path continues in light descent, rise to some ruins and it goes down steep and ruined to a ranging rod (balise 327b). The descent continues on good mule-track up to the saddleback of the Pass of the Bishop (km 18,9).
After a brief ascent we go down to the Pass Selle Vecchie (km 20,1). Under of us, to the right, it races the road, and here it is possible to interrupt the itinerary.
The mule-track climbs toward left, steep and only partly cycle. We cross the slopes of Cima Pertega and we go out on the ridge (km 21,6) in sight of the shelter.
With fast descent we reach the road (km 22,2) and the near Pass of the Lords (km 22,4).
Gradient: 1450 ms.
Cycle: 92%.
Asphalt: 16%
Observations: has not cycle and fatiguing tracts, but if you will do it in a clear autumn day you won't even realize of it.

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.