In mtb intorno al Passo del Bocco di Bargone
Bocco 13
Discesa dal Passo del Bocco a Botasi

Vai agli altri percorsi della zona


Aggiornamento: 9/2007
connessione Punto di partenza: Passo del Bocco
Come arrivare: Il Passo (rifugio) è raggiunto dall'itinerario 8 e dall'itinerario 12.
Itinerario.
Al passo prendiamo la strada asfaltata che inizia di fronte al rifugio diretta a Varese Ligure e la seguiamo in lieve discesa passando nei pressi del laghetto.
La strada sale e la lasciamo al primo incrocio (km 0,6) prendendo a destra una larga sterrata col fondo parzialmente in cemento.
Saliamo fino al primo bivio (km 1,1; segnavia fuorvianti) dove svoltiamo a destra in una strada in leggera discesa.
Il percorso è inizialmente facile ma presenta poi qualche ripida salita non sempre ciclabile. Usciamo su una cengia che domina da qualche centinaio di metri i boschi sottostanti.
Percorsa la cengia incontriamo un bivio (km 2,3) e scendiamo a destra. Percorriamo un sentiero che attraversa i ripidi pendii della montagna con molti saliscendi, faticosi e poco ciclabili.
Un tratto meno difficile ci porta su una spalla erbosa (km 3,3; incontriamo qui il segnavia FIE r12) da dove proseguiamo facilmente, ma ben presto il percorso torna difficile.
Saliamo una rampa scalinata incontrando il segnavia FIE r50 (km 4,1). Il percorso ora è tutto in discesa.
La facile discesa iniziale si trasforma ben presto in un sentiero dissestato, pieno di pietre e profondi solchi. La discesa richiede attenzione e concentrazione e qualche passaggio a piedi.
Inseguiti dalle ultime spine usciamo sulla grande sterrata (km 6,2) percorsa dagli itinerari 12 e 6. La seguiamo a destra scendendo al valico innominato. Svoltiamo a sinistra e scendiamo velocemente a Botasi (km 10).
Dislivello: -750 m
Ciclabilità: 95%
Asfalto: 39%
Osservazioni:


 mappa  gps  foto

Descent from Bocco Pass to Botasi

Updating:
9/2007
Start point: Bocco Pass
How to arrive: The Pass (hut) is reached by the itinerary 8 and by the itinerary 12.
Itinerary.
To the pass we take the tarmaced road that it begins in front of the shelter directed to Varese Ligure and we follow it in light descent passing near the little pond.
The road climbs and we leaves it to the first intersection (km 0,6) taking to the right a wide dirt road with the bottom partially in concrete.
We climb up to the first fork (km 1,1; misleading trail sign) where we turn to the right in a road in light descent.
The run is initially easy but then offers some steep and not always cycle ascent. We go out on a ledge that dominates from some hundred meters the woods below.
Crossed the ledge we meet a fork (km 2,3) and we go down to the right. We cross a path that crosses the steep slant of the mountain with many ups and downs, fatiguing and few cycle.
A less difficult tract brings us on a grassy shoulder (km 3,3; we meet here the trail sign FIE r12) from where we easily continue, but well soon the run becomes difficult.
We climb a stairway ramp meeting the trail sign FIE r50 (km 4,1). The run is everything in descent now.
The easy initial descent turns well soon into a ruined path, full of stones and deep furrows. The descent asks for beware and concentration and some passage afoot.
Pursued by the last thorns we go out on the great dirt road (km 6,2) crossed by the itineraries 12 and 6. We follow to the right it going down to the unnamed pass. We turn to the left and we quickly go down to Botasi (km 10).
Gradient: -750 ms
Cycle: 95%
Asphalt: 39%
Observations:

Amici pedalatori non trascurate questo appello.
La mtb può essere un'attività pericolosa: io indico qualche passaggio che mi è parso particolarmente esposto, ma è ovvio che una caduta anche su un piccolo scalino può fare un sacco di danni. Percorrete gli itinerari descritti sotto la vostra esclusiva responsabilità: usate tutta la prudenza necessaria e valutate bene le vostre capacità prima di cacciarvi nei guai.